Archivi tag: los angeles lakers

Kobe Bryant e gli sfondamenti

Estratti di alcune dichiarazioni di Kobe Bryant sull’argomento “taking charges”. Ossia, incassare (provocare) falli di sfondamento.

“Abbiamo un paio di giocatori che prendono sfondamenti, ma per la maggior parte se ne occupava uno che adesso gioca nell’Oklahoma [Derek Fisher, agli Oklahoma City Thunder]. Io non prendo sfondamenti. Metta World Peace nemmeno. Steve Blake ogni tanto, ma di solito cerchiamo tutti di stare in piedi e giocare. Ho imparato dai miei predecessori: Pippen si è rovinato la schiena prendendo sfondamenti, Bird uguale. Io non prendo sfondamenti. Michael Jordan non ne ha preso uno, ed è stato bene per tutta la carriera, la stessa cosa è successa con Magic Johnson. Forse ho preso uno sfondamento nelle ultime due stagioni, per caso”.

Kobe Bryant*
Los Angeles Lakers
16 maggio 2012 

*: incluso 9 volte nella All-Defensive First Team, 2 volte nella All-Defensive Second Team

Contrassegnato da tag , , ,

@MagicJohnson vs Larry Bird, ancora e per sempre

Se non l’avete visto, utilizzo questo spazio per darvi la possibilità di guardarvi l‘intervento al David Letterman Show di Magic Johnson (follow @MagicJohnson, ovviamente) e Larry Bird.

Due che, come ripetutamente dice Magic, hanno cambiato il basket e la NBA. Non solo, hanno cambiato lo sport e la maniera di percepirlo. Chi segue un pò di storia dello sport sa che la più importante Lega al mondo (in termini di riconoscibilità) ha vissuto momenti difficilissimi negli anni ’70, quando i problemi economici e di droga impazzavano anche all’interno di questo mondo.

Magic e il suo sorriso, Larry e la sua incredibile voglia di vincere hanno riportato questo sport al posto che gli spetta. E hanno dato la possibilità a tante persone – in giro per il mondo – di immedesimarsi, di credere in loro, oppure di odiarli parteggiando per l’uno o per l’altro contendente.

A New York è andato in scena ultimamente uno spettacolo interamente ispirato a loro (il titolo è “Magic/Bird” – seguite @MagicBirdBway su Twitter), la pay-per-view HBO gli ha dedicato un meraviglioso documentario (il trailer) ma non manca anche la letteratura sul tema. Se volete e potete, leggetevi “When March Went Mad” del giornalista americano Seth Davis (@SethDavisHoops), che racconta la rivalità tra i due al tempo del college, e poi “When The Game Was Ours“, tradotto in Italia da Baldini Castoldi Dalai con il titolo “Il basket eravamo noi“, firmato proprio da Magic e Bird insieme alla giornalista Jackie MacMullan (@JackieMacB).

Intanto, buona visione:

Pietro

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,